CONDIZIONATORI

CONDIZIONATORI

  Come usare correttamente il condizionatore:     alcuni consigli utili

Il futuro climatico del pianeta dipende anche da come utilizziamo i condizionatori. A ribadirlo è l’Aicarr, l’associazione italiana condizionamento dell’aria riscaldamento e refrigerazione, che nel suo Global Opportunity Report 2018 ha fornito anche utili consigli per un corretto utilizzo degli impianti di raffrescamento dell’aria.

I dati contenuti nel rapporto, che fornisce anche un decalogo di buone pratiche per il corretto uso dei condizionatori in estate, suggeriscono che con una corretta gestione degli impianti di condizionamento si possono risparmiare circa 90 (più precisamente 89,7) giga-tonnellate di CO2, determinando il contenimento dell’aumento di 1 grado del riscaldamento globale entro il 2100.

I consigli contenuti nel report sono divisi per ambienti residenziali, per gli edifici delle Pubbliche Amministrazioni e del terziario, per le attività commerciali, per le strutture ricettive siano esse alberghi, B&B, o case vacanze. Ma ci sono molti punti in comune, primo tra tutti “provvedere sistematicamente alla manutenzione dell’impianto per individuare e eliminare eventuali malfunzionamenti poco evidenti e sostituire i filtri; affidare gli interventi di manutenzione a personale qualificato e certificato, secondo quanto previsto dalla legge”.

Ma per essere efficiente, un impianto non deve essere obsoleto e quindi quando si sceglie un condizionatore bisogna fare attenzione a caratteristiche tecniche e classi energetiche senza farsi attrarre da prezzi bassi, magari affidandosi a un consulente tecnico. Entrando più nel dettagio, è sempre preferibile  un sistema fisso tipo split o multi split rispetto a un sistema portatile o fisso senza unità esterna.

E il risparmio energetico coincide anche con quello in bolletta, quindi bisogna “ scegliere la potenza corretta rispetto alle esigenze, ricordando che mediamente sono necessari 35 W per ogni metro quadrato di volume netto dell’ambiente; scegliere tra gli optional disponibili, qualora li si voglia, quelli che comportano un aumento dell’efficienza energetica; scegliere un installatore qualificato e certificato, per non incorrere in sanzioni amministrative”.