PACE FISCALE

PACE FISCALE

Pace fiscale, le ultimissime sulla proposta del governo

Gtres

Il governo ha sempre dichiarato di voler inserire la pace fiscale nella prossima legge di bilancio. E Matteo Salvini, nell’ultimo periodo, sta insistendo molto sulla centralità di questo provvedimento per recuperare una parte dei crediti e dare respiro a imprenditori e contribuenti. Ecco le ultimissime news al riguardo.

Al centro del dibattito, tra l’altro, ci sono anche le proporzioni del provvedimento che punta alla rottamazione delle pendenze con Equitalia ma non solo. Per alcuni economisti, infatti, la pace fiscale sarebbe un condono più o meno mascherato. Ma su questo punto ha fatto chiarezza il premier Conte che, di recente, ha escluso l’ipotesi di un condono delle cartelle esattoriali nella prossima manovra.

Fino a questo momento si è parlato di tre aliquote del 6%, 10% e 25% del totale del debito per importi massimi fino a 200.000 euro. Salvini, però, in una recente intervista a Porta a Porta ha rilanciato affermando che dalla pace fiscale potrebbero entrare ben 20 milioni di euro nelle casse dello Stato. Tanto che, il vicepremier e ministro degli Interni, avrebbe anche proposto di estendere il condono alle cartelle esattoriali fino a 5 milioni di euro.

È bene precisare, però, che finora è sempre stata esclusa la possibilità di aderire alla pace fiscale da parte dei soggetti morosi che hanno aderito alle precedenti rottamazioni delle cartelle introdotte dal Governo Renzi e non salderanno i debiti.