730 PRECOMPILATO

730 PRECOMPILATO

Compilazione assistita 730 2018: cos’è e come funziona la nuova funzione

Ha preso il via la campagna per la dichiarazione dei redditi e la vera novità di quest’anno è la compilazione assistita del modello 730.

La nuova funzione consente di inserire o modificare singole voci delle spese detraibili e deducibili con benefici anche in termini di controllo. In questo caso, infatti, il fisco – se deciderà di fare una verifica – non controllerà i dati che aveva già inserito nel modello ma solo quelli che sono stati messi dal contribuente.

I dati interessati sono quelli relativi a: spese per le quali spetta la detrazione di imposta del 19% o 26% (sezione I): spese mediche, interessi su mutui, spese di istruzione, assicurazioni sulla vita; spese e oneri per i quali spetta la deduzione dal reddito complessivo (sezione II): contributi previdenziali obbligatori e per previdenza complementare, assegni al coniuge, etc.

Per accedere alla compilazione assistita 730 bisogna entrare nella sezione modifica e selezionare il quadro E – quello relativo alle spese detraibili e deducibili. Quindi bisogna cliccare su “cambia modalità di compilazione”. In questo caso, l’invio telematico della dichiarazione sarà possibile a partire dal 14 maggio, contrariamente a chi decide di modificare il 730 senza essere assistito che può inviare il modelle già ora. Per chi compila il modello redditi, invece, la consegna on line scatta dal 10 maggio. 

Franco Fiorenzato

I commenti sono chiusi