COSTI CASA PER RISPARMIARE

COSTI CASA PER RISPARMIARE

   Costi casa, i cinque servizi più richiesti dagli italiani per risparmiare

Gtres

Contenere i costi della casa. Che si tratti dei prezzi della luce o del gas, è sempre questo il cruccio di ogni famiglia. Così ProntoPro ha analizzato le richieste di preventivo ricevute nell’ultimo anno per individuare come gli italiani cerchino di contenere costi e sprechi all’interno dell’abitazione, per ridurre anche l’impatto ambientale. Ecco i cinque servizi più richiesti.

Installare nuovi infissi

L’opzione più richiesta è l’installazione di nuovi infissi. Finestre e porte che non lasciano filtrare l’aria esterna, infatti, mantengono il caldo d’inverno e il fresco d’estate. Questo significa un risparmio intorno al 20% in bolletta sui costi di climatizzazione e riscaldamento.

Una finestra nuova costa minimo intorno ai 300 euro se in pvc (il materiale più richiesto su ProntoPro) e arriva a un massimo di 600 euro per una finestra in legno. A questa cifra vanno poi aggiunti i costi per la posa che secondo i preventivi si aggirano intorno ai 90 euro.

Cambiare la caldaia

Al secondo posto c’è la sostituzione della vecchia caldaia. E, in questo caso, i costi lievitano sensibilmente. In media si spendono 2.000 euro ma, ovviamente i prezzi variano molto a seconda degli impianti.

In ogni caso si tratta di un ottimo investimento, considerando che il risparmio che se ne ricava in bolletta può arrivare fino al 30% e che, come per gli altri interventi di efficientamento energetico, con l’ecobonus verrà recuperato fino al 65% della spesa sostenuta.

Domotica

Secondo i preventivi raccolti da ProntoPro, per un appartamento di 70 metri quadri servono circa 7.000 euro per realizzare un impianto domotico. La home automation, però, contribuisce a un risparmio in bolletta del 30%, oltre a migliorare sostanzialmente la qualità della vita in casa.

Impianto fotovoltaico

Al quarto posto della classifica c’è l’impianto fotovoltaico. Oltre all’aspetto ecologico, va ricordato che con questo impianto è il gestore elettrico a pagare al proprietario i kWh prodotti dai pannelli, il risparmio in bolletta può arrivare fino al 90%. L’investimento iniziale è di circa 2000 euro per ogni Chilowatt.

Isolamento termico

L’isolamento termico delle pareti esterne permette di ridurre le spese fino al 40%. I costi per l’istallazione, comprensivi di materiale e manodopera, oscillano tra i 50 e i 100 euro al metro quadro, con variazioni in base al tipo di isolante, alla località, alla superficie da coprire e al numero di piani dell’edificio.

 
Franco Fiorenzato

I commenti sono chiusi